Blog

Info Utili Botswana

 

10 cose da scoprire in Botswana & tutte le info utili prima di partire


PERCHE VIAGGIARE IN BOTSWANA ?

  • Un viaggio in Botswana significa vivere un’esperienza unica che porta ad essere circondati da una natura incontaminata, dove si possono avvistare gli animali selvaggi più belli in un ambiente caratterizzato da deserto e riserve naturali, acqua e regioni aride che si fondono con un’armonia assoluta.

 


QUANDO VIAGGIARE IN BOTSWANA?

  • Semi-desertico con una media annuale di precipitazioni molto scarsa. Le piogge sono concentrate nei mesi tra dicembre e gennaio e la stagione secca va da maggio a settembre, quando l’escursione termica tra le ore diurne e quelle notturne è molta accentuata. Il periodo migliore per una visita del Botswana va da aprile a settembre, quando il caldo non è eccessivo ed il clima è secco e la scarsa vegetazione permette la ricerca degli animali selvatici con più facilità.
  • Per saperne di più : clicca qui

 


10 COSE DA FARE E VEDERE IN BOTSWANA

Il parco nazionale del Chobe

  • Il parco nazionale del Chobe è un parco nazionale del Botswana. Fondato nel 1967, ha un’area di 10.689 km² e si trova nel nordovest del paese, nei pressi della città di Kasane. Pur essendo la terza area naturale protetta del Botswana in ordine di grandezza, il Chobe è di gran lunga il parco più rinomato del Botswana, e uno dei più noti dell’intera Africa, per la varietà e l’abbondanza della vegetazione e della fauna.

Delta dell’Okavango

  • Il Delta dell’Okavango, in Botswana, è il secondo più grande delta fluviale interno del mondo, dopo il delta interno del Niger, e rappresenta uno degli ecosistemi più insoliti del pianeta. È formato dal fiume Okavango, che nasce in Angola e giunge alla foce dopo un percorso di oltre 1000 km e l’incontro con numerosi affluenti. Complessivamente, il fiume porta ogni anno circa 11 chilometri cubi di acqua, che vengono scaricati dal delta direttamente nella sabbia del Kalahari, formando una pianura alluvionale di 15 000 km² di estensione caratterizzata da una complessa e mutevole griglia di canali, lagune e isole.

Riserva faunistica Moremi

  • La Riserva faunistica Moremi è una area naturale protetta del Botswana. La riserva ricade all’interno dell’Area di conservazione tranfrontaliera Okavango-Zambesi.

Riserva faunistica del Kalahari

  • La Riserva faunistica del Kalahari centrale è un’ampia area naturale protetta situata nel deserto del Kalahari, nel Botswana. Fondato nel 1961, si estende su una superficie di 52.800 km² diventando così la seconda riserva più grande del mondo. Il terreno presenta valli fluviali ricoperte da saline, ma in genere è pianeggiante o dolcemente ondulato, coperto da cespugli ed erbe, talvolta con aree alberate, ed ospita animali come giraffe, iene, zebre, facoceri, springbok, ghepardi, licaoni, sciacalli, leopardi, impala, leoni, orici, gnu, ecc. I Boscimani, o San, hanno abitato e percorso queste terre per migliaia di anni. Tra il 1997 e il 2002, in tre diverse operazioni, il governo del Botswana sfrattò i Boscimani che vivevano nella Central Kalahari Game Reserve.

Tsodilo

  • Il sito archeologico di Tsodilo è un Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Il sito archeologico è situato nella parte nord occidentale del Botswana nel Distretto Nordoccidentale, poco distante dal confine con la Namibia. Il sito archeologico si trova su un gruppo di colline, chiamate Tsodilo Hills, che si ergono improvvisamente dalle desolate pianure del Kalahari e che sono composte da quattro rilievi principali chiamati Male (il più elevato che raggiunge i 1.400 m s.l.m.), Female, Child e il quarto, quello meno elevato, è senza nome. L’iscrizione avvenne nel 2001 ed dovuta all’enorme significato spirituale e religioso per le popolazioni locali, nonché alle numerosissime testimonianze di insediamenti umani per un periodo di storia lungo almeno 100.000 anni.

 


INFO GENERALI

DOCUMENTO E VISTO

Controlla sempre gli aggiornamenti documenti e visti necessari su www.viaggiaresicuri.it

PASSAPORTO

  • Necessario con almeno 6 mesi di validità residua. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
  • Viaggi all’estero di minori: Dal 1 ottobre 2016 le Autorità del Botswana applicano nuove disposizioni legislative in materia di ingresso nel Paese dei minori, in base alle quali ogni minore, accompagnato da entrambi i genitori, in arrivo, transito o partenza dal territorio del Botswana deve viaggiare munito del proprio passaporto elettronico e di una copia autenticata e tradotta dell’atto di nascita integrale (Unabridged Birth Certificate) dal quale si possano dedurre i dati anagrafici dei genitori. Nel caso il minore viaggi accompagnato da un solo genitore, da un tutore, o non accompagnato, oltre al suddetto certificato di nascita, è richiesta una dichiarazione giurata (in forma di affidavit) riportante il consenso degli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria.

VISTO D’INGRESSO

  • Visto d’ingresso: non richiesto; con visto turistico permanenza massima di 90 giorni all’anno.

VACCINAZIONI

  • Non è richiesta alcuna profilassi sanitaria. Nel nord del Paese, nelle zone di Okavango e Chobe è presente la malaria che si accentua in particolare dopo la stagione delle piogge. Si consiglia, pertanto, di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara. Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori di età superiore ad 1 anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato per più di 12 ore nell’aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

TELEFONIA E INTERNET

  • Per telefonare dall’Italia in Botswana comporre il prefisso internazionale 00267. Dal Botswana all’Italia bisogna comporre lo 0039. Esistono tre società di rete cellulare: ORANGE, MASCOM, BEMOBILE. I cellulari italiani possono generalmente essere utilizzati in Botswana

FOTO E VIDEO

  • Non esistono limitazioni per apparecchi fotografici di qualsiasi tipo o videocamere. Si raccomanda vivamente di portare con sé un buon numero di memory card e pile/batteria di scorta dato che in loco è difficile reperire tale materiale. Si consiglia inoltre di utilizzare custodie per la protezione degli apparecchi dalla sabbia/polvere. Per ricaricare le batterie le prese di corrente possono essere differenti da quelle italiane, quindi è meglio procurarsi una adattatore universale. Ricordiamo che nella maggioranza dei paesi africani è tassativamente proibito fotografare aeroporti, installazioni e automezzi militari, edifici governativi, ponti, militari in divisa. I Locali a volte chiedono una piccola mancia per poter essere fotografati. E’ bene comunque chiedere il permesso alle persone prima di fotografarle. In ogni caso potete chiedere consiglio alla vostra guida.

LINGUA

  • La lingua ufficiale è l’inglese, molto usato anche il Setswana.

VALUTA

  • La valuta locale è la Pula, 1 €= 13.34 BWP

FUSO ORARIO

  • 1 ora in più rispetto all’Italia, stessa ora quando in Italia vige l’ora legale.

PRESE DI CORRENTE

  • 220 volt. È necessario munirsi di adattatore.

MANCE

  • È consuetudine lasciare una mancia a guide, autisti, facchini, camerieri e tassisti nella percentuale del 10%.

AIUTI UMANITARI

  • In Africa c’è bisogno di molte cose. Se volete anche voi dare un contributo, EasyAfrica by AMISANO TOUR sostiene diverse associazioni locali. Potrete anche portare vestiti (per adulti e bambini), quaderni, penne, e medicinali. Potrete donarli alle popolazioni locali se effettuerete delle escursioni o lasciarli agli assistenti in loco che sapranno recapitarli alle persone più bisognose. Vi chiediamo di non dare soldi ai bambini.

 


COSA METTERE IN VALIGIA ?

PESO BAGAGLIO

  • Ogni compagnia aerea ha la sua normativa. A secondo del volo e del tour prenotato vi indicheremo i bagagli consentiti nei documenti di viaggio.

BAGAGLIO PER IL SAFARI

  • Per i volo interno è necessario preparare una sacca leggera e morbida (mai valigia rigida).
  • L’ideale è vestirsi a strati per coprirsi/scoprirsi a seconda delle situazioni e dei momenti della giornata (solitamente fa caldo, ma la mattina presto o la sera potrebbe fare fresco).
  • Pantaloni di cotone, scarpe da ginnastica o da trekking, magliette, felpa o pail a maniche lunghe, giubbino anti-vento, costume da bagno e ciabatte/sandali per la piscina dei Lodge. Cappello, occhiali da sole, crema solare (protezione forte) e crema idratante, repellente per gli insetti. Prodotti per l’igiene personale: salviette umidificate e/o fazzoletti di carta. Una pila elettrica se salta la corrente nelle strutture (può capitare).Per coloro che si recano nei parchi è molto utile il k-way a causa dell’umidità notturna.

ETICHETTE DA APPORRE SUL BAGAGLIO DA STIVA

  • Richiediamo che il bagaglio da stiva sia identificato con etichetta nominativa che includa nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico. È importante rimuovere sempre dal proprio bagaglio le eventuali etichette relative a viaggi precedente. La corretta identificazione delle valigie consente, tramite la propria etichetta personale, di poter aiutare gli addetti aeroportuali in caso di perdita o di errato smistamento del bagaglio.

ARTICOLI PROIBITI NEL BAGAGLIO A MANO E DA STIVA

  • Ai sensi del Reg. (CE) N. 820/2008 e della normativa vigente in materia, determinati articoli sono proibiti al trasporto aereo in cabina ed in stiva. Ulteriori informazioni consultabili sul sito dell’Enac.

 


“Crea il tuo viaggio su misura in Botswana con Easy Africa” ente ufficiale Tourism Board Botswana