Blog

Info utili Etiopia

10 cose da scoprire in Etiopia & tutte le info utili prima di partire


QUANDO VIAGGIARE IN ETIOPIA ?

  • l’Etiopia è un Paese tropicale il cui clima varia soprattutto in funzione dell’altitudine (la capitale Addis Abeba si trova a 2.355 metri s.l.m.). La depressione della Dancalia nel Nord-Est del Paese, disseminata di laghi salati e la regione somala nel Sud-Est sono aree semidesertiche e torride. Gli altipiani abissini, che occupano la parte centrale e settentrionale del Paese, hanno un clima più temperato. Le piogge nella zona di Addis Abeba e dell’altopiano sono concentrate nella “stagione delle piccole piogge” (marzo-aprile) e nella “stagione delle grandi piogge” (giugno-settembre). La temperatura media si aggira attorno ai 25°C diurni, mentre di notte, in particolare nel massiccio centrale dell’altopiano, le temperature scendono parecchio
  • Per saperne di più : clicca qui

PERCHÉ VIAGGIARE IN ETIOPIA?

  • Con la sua storia antichissima, l’Etiopia ha vissuto grandi epopee che la rendono ricca di testimonianze religiose e architettoniche, sommate a una varietà incredibile di bellezze naturali e un incontro emozionante con le popolazione fanno di questo paese una destinazione unica nel continente Africa.

10 COSE DA FARE E VEDERE IN ETIOPIA

Scopri con Easy Africa la Rotta Storica

  • L’essenza dell’Etiopia, un percorso affascinante nelle regioni settentrionali del paese, attraverso i principali siti storici e religiosi dell’Etiopia, ponte tra la cultura europea, mediorientale e africana. Gondar, antica capitale, ospita un intero di castelli e palazzi reali. Axum, la città sacra dell’Etiopia vanta un patrimonio archeologico notevole. Il parco delle stele, monoliti impiegati come pietre tombali e ottimamente conservati, sono la testimonianza di un passato glorioso. Lalibela, è stata progetta e costruita per essere la seconda Gerusalemme, che ne fanno il luogo di maggior richiamo religioso di tutta l’Etiopia. E’ incredibile il lavoro di scultura di queste numerose chiese scavate nella roccia, di cui quella più famosa la chiesa di San Giorgio.

Scopri con Easy Africa la Valle dell’Omo

  • La Valle dell’Omo si trova nel Sud dell’Etiopia. Il nome proviene del fiume Omo, lungo 760 km che solca l’Acrocoro Etiopico. La basse Valle dell’Omo, intorno al lago Turkana in cui questo si getta, è un sito preistorico dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1980. In nessun altro luogo del pianeta sono concentrate così tante popolazioni diverse dal punto di visto genetico, linguistico e sociale. Uomini, donne e bambini indossano accessori per indicare chiaramente qual è la loro etnia : l’identità tribale viene così definita da collane, pettinature o tatuaggi che combinano i colori del bianco o del rosso, del nero e del giallo-ocra. 

Scopri con Easy Africa la Dancalia

  • La depressione della Dancalia è una regione che comprende lo stato di Gibuti, una parte dell’Eritrea e dell’Etiopia. Questa terra degli Afar, immersa in un selvaggio deserto, è un posto unico al mondo con scenari da inferno dantesco e colori psichedelici, paesaggi di lava e distese saline. Chi vi si avventura, viene trasportato su un altro pianeta. 

Scopri con Easy Africa la Festa del Meskel 

  • La Festa del Meskel è celebrata da secoli e si svolge in tutte le piazze principali delle varie città etiopi. Al centro delle piazze si fanno dei falò giganti con in punta la forma della croce, tutta ornata da margherite gialle che sono i fiori del Meskel. E’ una ceremonia pomeridiana che inizia verso le ore 16 e culmina con l’incendio del falò. Il 26 Settembre (la viglia, perchè la festa è il 27) tutti i coristi delle chiese di tutte le città raggiungono le piazze dove milioni di fedeli assisteranno ai salmi e alle varie cerimonie organizzate per l’occasione. La festa celebra e ricorda il ritrovamento della vera Croce di Cristo da parte della regina Elena. La leggenda narra che la regina bruciò un cumulo di incenso come offerta verso il cielo, per la riuscita della sua missione, tant’è vero il fumo indicò la posizione della croce. Il falò è il simbolo del leggendario sacrificio della regina Elena, ma viene fatto soprattutto per chiedere grazia al Signore affinché il nuovo anno etiopie sia positivo. Nello stesso tempo la festa del Meskel celebra la fine della stagione delle piogge e l’inizio della primavera. 

Scopri con Easy Africa il Parco Nazionale dei Monti Simien

  • Il Parco Nazionale dei Monti Simien si trova nella parte settentrionale del paese e occupa un’aerea di circa  180mq. Il Simien è uno dei massicci montuosi più importanti d’Africa, formato da un susseguirsi di altopiani separati da valli fluviali. Grazie alla sua ricchezza faunistica e le sue cime alte è stato dichiarato Patrominio dell’Umanità. Questa zona ancora intatta poiché poco conosciuta e frequentata, raccoglie un insieme davvero di panoramici unici e straordinari tra valli che precipitano da altitudini impressionanti e i famosi picchi vulcanici di lava solidificata. 
Scopri con Easy Africa il Bale National Park
  • I monti Bale, isolati geograficamente nella parte sud-est del paese, rappresentano una meta che, da sola, merita un viaggio in Etiopia. Collocando il parco nelle zone afro e subafro-alpina trovaiamo una flora molto simile a quella dei Monti Simien dove tra arbusti d’erica à facile avvistare talpe giganti, antilopi di montagna ccome i timidi nyaka, il lupo etiopico e, più raramente piccoli felini come il serval e il caracal. La popolazione locale, gli Arussi, colora di vita questi spazi, cavalcando fieri avvolti in stoffe sgargianti. 

COSA METTERE IN VALIGIA?

PESO BAGAGLI

  • Ogni compagnia aerea ha la sua normativa. A secondo del volo e del tour prenotato vi indicheremo i bagagli consentiti nei documenti di viaggio.

BAGAGLIO PER IL TOUR

  • L’ideale è vestirsi a strati per coprirsi/scoprirsi a seconda delle situazioni e dei momenti della giornata (solitamente fa caldo, ma la mattina presto o la sera potrebbe fare fresco).
  • Pantaloni di cotone, scarpe da ginnastica o da trekking, magliette, felpa o pail a maniche lunghe, giubbino anti-vento. Cappello, occhiali da sole, repellente per gli insetti. Prodotti per l’igiene personale: salviette umidificate e/o fazzoletti di carta.

ETICHETTE DA APPORRE SUL BAGAGLIO DA STIVA

  • Richiediamo che il bagaglio da stiva sia identificato con etichetta nominativa che includa nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico. È importante rimuovere sempre dal proprio bagaglio le eventuali etichette relative a viaggi precedenti. La corretta identificazione delle valigie consente, tramite la propria etichetta personale, di poter aiutare gli addetti aeroportuali in caso di perdita o di errato smistamento del bagaglio.

ARTICOLI PROIBITI NEL BAGAGLIO A MANO E DA STIVA

  • Ai sensi del Reg. (CE) N. 820/2008 e della normativa vigente in materia, determinati articoli sono proibiti al trasporto aereo in cabina ed in stiva. Ulteriori informazioni consultabili sul sito dell’Enac.
  • La normativa etiopica non consente l’esportazione di manufatti ritenuti di interesse storico. A causa della generale impreparazione delle Autorità di frontiera a riconoscere tali manufatti, si sono verificati recentemente casi di sequestro di oggetti del tutto comuni, acquistati da turisti nei normali mercati. Si consiglia pertanto di richiedere sempre, e di custodire attentamente, le ricevute di acquisto, per poterle esibire alle predette Autorità doganali in caso di contestazione. Alcuni problemi si sono verificati anche in casi di esportazione di prodotti agricoli (frutta e caffè), seppure solo per consumo personale.

INFO GENERALI

DOCUMENTO E VISTO

PASSAPORTO 

  • Passaporto con validità almeno di 6 mesi dalla data di arrivo nel paese, con almeno 3 pagine bianche. Le autorità locali sono sempre più ferme nel negare l’accesso agli stranieri che non siano in possesso di un documento con tali caratteristiche.  

VISTO D’INGRESSO 

  • E’ necessario avere un visto d’ingresso per andare in Etiopia. Lo potete richiedere presso l’Ambasciata dell’Etiopia a Roma prima della vostra partenza con largo anticipo. Il visto turistico può anche essere ottenuto all’arrivo all’aeroporto di Addis Abeba con una validità di 30 giorni (ad eccezione dei cittadini italiani di origine eritrea i quali non possono avvalersi del rilascio del visto all’aeroporto).

CARTA DI CREDITO

  • Le carte di credito vengono accettate solo parzialmente e devono avere riportato le sigle dei circuiti Visa o MasterCard. Vi ricordiamo che per noleggiare un’auto è OBBLIGATORIA.

FUSO ORARIO

  • Un’ora in più con l’ora legale italiana. Due ore in più durante il resto dell’anno.

PREFISSO TELEFONICO

  • Dall’Italia all’Etiopia :  00251 seguito dal prefisso della località senza lo zero ed il numero desiderato. Il servizio di roaming non risulta sempre affidabile e le SIM italiane funzionano in maniera discontinua. Nella capitale, è possibile acquistare delle schede locali prepagate nei principali hotel e centri commerciali. Tuttavia, nel resto del paese l’acquisto di una SIM etiope presuppone una pratica un po’ lungo che sconsigliamo.

CORRENTE ELETTRICA

  • 220 V 50 Hz. Ci sono due tipi di prese : una a due poli e una a te poli. Consigliamo vivamente di portare un adattatore internazionale. Alcune strutture, specificamente nei lodge, dispongono di generatore elettrico che vanno spenti di notte, per cui vi consigliamo di mettere in valigia una torcia.

VALUTA

  • Birr, 1 €  = circa 47 BIRR (attualmente nel 2021)
  • Vi consigliamo di portare dei contanti da cambiare in loco in valuta locale. Le carte di credito sono parzialmente accettate e soltanto gli hotel più grandi hanno a disposizione uno sportello per potere prelevare.

LINGUA

  • Ufficiale: Amarico, anche se nel paese convivono numerose etnie e di conseguenza anche le lingue parlate sono più di ottanta.

“Crea il tuo viaggio su misura in Etiopia con Easy Africa” 

ENTE-TURISMO-ETIOPIA-EASYAFRICA