Blog

Info utili Kenya

PERCHE VIAGGIARE IN KENYA?

Il Kenya suscita entusiasmo nei turisti amanti della natura, per la ricchezza e abbondanza di riserve naturalistiche, per la molteplicità di paesaggi vegetali, per i suoi monti maestosi.  I superbi parchi nazionali conservano una flora primaria originaria e incontaminata, oltre ad una fauna ricca, numerosa e varia. Il Kenya attira anche coloro che amano le ampie spiagge soleggiate tutto l’anno e l’acqua limpida e tiepida dell’oceano Indiano

QUANDO VIAGGIARE IN KENYA?

Il periodo migliore per visitare il Kenya è tra luglio e marzo.

10 COSE DA FARE E VEDERE IN KENYA

  • Colori e Paesaggi Mozzafiato
    Il Kenya offre diversi paesaggi all’interno del suo territorio. Spiagge e mare azzurro intenso. Il territorio del Kenya è in gran parte montuoso e occupa la parte più elevata dell’altopiano est africano. Geologicamente si è formato in epoca arcaica per poi subire profonde trasformazioni in era terziaria, tali da formare la Great Rift Valley. Albe e Tramonti sono il momento da non perdere durante il vostro viaggio.
  • 45 parchi nazionali : I safari in Kenya sono tra i più emozionanti e belli al mondo. I più famosi sono lo Tsavo est & ovest ( i più vicini alla costa dell’Oceano Indiano), l’Amboseli al sud est di Nairobi : il paradiso per 370 specie diverse di uccelli, oltre a zebre, giraffe, impala, leopardi e La riserva nazionale del Masai Mara dove avviene “la Grande Migrazione” di mandrie di gnu,zebre,antilopi e gazzelle. Nella Samburu national reserve vive una popolazione appartenente ai Masai conosciuti dai romanzi “La Masai Bianca” o “Sognavo l’Africa
  • I Big Five : l’espressione inglese Big Five (i “grossi cinque”) si riferisce ai cinque grandi animali della savana :  l’elefante, il leone, il bufalo, il rinoceronte e il leopardo. Vederli nel loro habitat naturale è un’esperienza unica.
  • Spiagge da Sogno : 400 chilometri di coste affacciate sull’Oceano Indiano . La spiaggia di SHANZU si trova tra Mombasa e Watamu. LAMU è diventata patrimonio mondiale dell’UNESCO.  DIANI è rinomata per la sua sabbia bianca, ma anche per la sua vita notturna. La più famosa è WATAMU BEACH al centro di 3 baie dal mare di smeraldo.
  • Trekking in Kenya : Il trekking è un’esperienza affascinante che permette a chi la vive di immergersi sia fisicamente che spiritualmente all’interno di realtà sconosciute. Il Monte Kenya è certamente il luogo più adatto per il trekking.
  • Surf /Kitesurf in Kenya (da maggio a ottobre ). Gli spot più famosi sono : Malindy bay (perfetta per principianti), Watamu Bay, Mombasa Channel, Mombasa Island/baobab.

INFO GENERALI

  • DOCUMENTI: È necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi. Si raccomanda di controllare sempre la validità dei propri documenti e di rivolgersi alle autorità competenti per verificare eventuali aggiornamenti. Ricordiamo che anche per i minori è obbligatorio il passaporto individuale.
  • VISTO INGRESSO KENYA: Il Visto di ingresso può essere richiesto online sul sito www.ecitizen.go.ke considerando che ci vogliono almeno sette giorni lavorativi oppure può essere richiesto direttamente all’ arrivo in loco pagando 40 euro. Ti ricordiamo inoltre che il tuo passaporto deve avere almeno una pagina vuota ove sarà apportato lo sticker del Visto dalle autorità locali.
  • LE TASSE: Per uscire dal Kenya, occorre pagare una tassa di imbarco di 40 euro (le tasse aeroportuali possono variare da una compagnia aerea all’altra e possono subire aumenti senza alcun preavviso).

COSA METTERE IN VALIGIA?

PESO BAGAGLI

Ogni compagnia aerea ha la sua normativa. A secondo del volo e del tour prenotato vi indicheremo i bagagli consentiti nei documenti di viaggio.

CONSIGLIAMO

Bagaglio per il soggiorno mare
  • Abiti leggeri per il giorno. Costumi da bagno, abbigliamento da spiaggia, un cappellino per ripararsi dal sole, creme solari, occhiali da sole, maschera e boccaglio se volete fare snorkeling. Un paio di scarpe comode per visitare le città e per le escursioni nell’ entroterra. Va’ ricordato che in città non bisogna sfoggiare abiti troppo scollati o succinti, per rispetto della cultura locale. Qualche medicinale generico in caso di necessità, oltre ovviamente al passaporto. Scarpe da mare se avete intenzione di visitare le mangrovie.
Bagaglio per il Safari
  • L’ideale è vestirsi a strati per coprirsi/scoprirsi a seconda delle situazioni e dei momenti della giornata (solitamente fa caldo, ma la mattina presto o la sera potrebbe fare fresco).
  • Pantaloni di cotone, scarpe da ginnastica o da trekking, magliette, felpa o pail a maniche lunghe, giubbino anti-vento, costume da bagno e ciabatte/sandali per la piscina dei Lodge. Cappello, occhiali da sole, crema solare (protezione forte) e crema idratante, repellente per gli insetti. Prodotti per l’igiene personale: salviette umidificate e/o fazzoletti di carta. Una pila elettrica se salta la corrente nelle strutture (può capitare).
Etichette da apporre sul bagaglio da stiva
  • Richiediamo che il bagaglio da stiva sia identificato con etichetta nominativa che includa nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico. È importante rimuovere sempre dal proprio bagaglio le eventuali etichette relative a viaggi precedenti. La corretta identificazione delle valigie consente, tramite la propria etichetta personale, di poter aiutare gli addetti aeroportuali in caso di perdita o di errato smistamento del bagaglio.
Articoli proibiti nel bagaglio a mano e da stiva
  • Ai sensi del Reg. (CE) N. 820/2008 e della normativa vigente in materia, determinati articoli sono proibiti al trasporto aereo in cabina ed in stiva. Ulteriori informazioni consultabili sul sito dell’Enac.

INFO GENERALI

TELEFONIA E INTERNET

  • In Kenya di norma funzionano i cellulari con le sim di tutti gli operatori italiani anche se i costi delle chiamate in uscita ed in entrata sono altissimi. Consigliamo, per chi pensa di ricevere o effettuare molte chiamate, di acquistare all’arrivo una scheda SIM locale da inserire all’ interno del proprio telefono cellulare, in quanto i costi sono decisamente inferiori. Quasi tutti gli Hotel hanno connessione internet Wi-Fi (spesso però decisamente lenta).

FOTO E VIDEO

  • Non esistono limitazioni per apparecchi fotografici di qualsiasi tipo o videocamere. Si raccomanda vivamente di portare con sé un buon numero di memory card e pile di scorta dato che in loco è difficile reperire tale materiale. Si consiglia inoltre di utilizzare custodie per la protezione degli apparecchi dalla sabbia/polvere. Per ricaricare le batterie le prese di corrente possono essere differenti da quelle italiane, quindi è meglio procurarsi un adattatore universale. Ricordiamo che nella maggioranza dei paesi africani è tassativamente proibito fotografare aeroporti, installazioni e automezzi militari, edifici governativi, ponti, militari in divisa. I Locali a volte chiedono una piccola mancia per poter essere fotografati. E’ bene comunque chiedere il permesso alle persone prima di fotografarle. In ogni caso potete chiedere consiglio alla vostra guida. È molto utile avere con sé un binocolo o/e un teleobiettivo da almeno 200-300 mm.

LINGUA

  • Le lingue ufficiali sono lo swahili e l’inglese.

VALUTA

  • L’unità monetaria è lo scellino keniota. La valuta straniera più diffusa è l’Euro. Il cambio in valuta locale può essere facilmente effettuato presso gli uffici di cambio e in Hotel. Le carte di credito sono accettate ma non dovunque e comunque se ne sconsiglia l’uso poiché le commissioni sono molto alte.

FUSO ORARIO

  • 2 ore in più durante l’ora solare e 1 ora in più durante l’ora legale.

PRESE DI CORRENTE

  • 240 V con prese a lamelle piatte. Non tutti i Lodge/Campi Tendati hanno sufficienti adattatori di corrente per permettere a tutti gli ospiti di caricare le batterie degli strumenti elettronici (cellulari, pc ecc…). È utile quindi avere degli adattatori universali che si possono acquistare nei negozi di “Fai da te” o ferramenta.

PLASTICA

  • Si rende noto che il Governo del Kenya ha vietato e messo in disuso sacchetti e bustine di plastica, pertanto non è più consentito l’ingresso in paese con tali articoli. Sono previste sanzioni monetarie per coloro che saranno trovati in possesso di materiali proibiti. Si consiglia di lasciare in aeroporto articoli quali sacchetti del duty free, imballaggio dei bagagli, sacchetti della spazzatura e simili. È preferibile invece utilizzare sacchetti di materiali alternativi.

MANCE

  • E’ gradita ma non obbligatoria la mancia all’ autista/guida.

AIUTI UMANITARI

  • In Africa c’è bisogno di molte cose. Se volete anche voi dare un contributo, l’ AMISANO TOUR sostiene diverse associazioni locali. Potete anche portare vestiti (per adulti e bambini), quaderni, penne, e medicinali. Potrete donarli alle popolazioni locali se effettuerete delle escursioni o lasciarli agli assistenti in loco che sapranno recapitarli alle persone più bisognose. Vi chiediamo di non dare soldi ai bambini.

ESCURSIONI IN LOCO

SAFARI BLU – Giornata Intera

  • Al mattino ci si imbarca per una visita al Parco Marino dove si farà snorkeling per ammirare i molteplici e colorati tipi di pesci, i coralli e la vita sommersa di quelle limpide acque. Più tardi ci si sposta a Mayungu, villaggio di pescatori, dove ci si potrà confrontare e scambiare impressioni sull’affascinante esperienza appena fatta. Una breve sosta nei bassi fondali darà la possibilità di vedere e giocare con le stelle marine, mentre l’equipaggio si occuperà di preparare il pranzo. Nel frattempo si proseguirà per “Sardegna 2”, un atollo frutto della bassa marea, dove il succulento pasto – a base di aragoste, king fish, riso al cocco, frutta – potrà essere finalmente consumato. Nel tardo pomeriggio rientro al Parco Marino.

MIDA CREEK ADVENTURE – Giornata Intera

  • Una bellissima escursione, partendo con la barca con il fondo di vetro, navigherete alla scoperta del parco marino di Watamu, per ammirare i fondali popolati da coloratissimi pesci tropicali durante una completa uscita di snorkeling. Sosta nella incontaminata spiaggia di sabbia bianca chiamata Sudi Island dove verrà servito un delizioso pranzo, inclusa aragosta e soft drink, tempo libero per rilassarsi e nel pomeriggio si prende la via verso il vostro albergo.

MARAFA CANYON – Mezza giornata

  • Avrete una magnifica opportunità di poter ammirare i sorprendenti colori della depressione geologica Nyari, letteralmente “il posto che si rompe da solo”, nella zona di Marafa e Nyari, maggiormente nota come “La cucina del Diavolo”, era in origine un luogo caratterizzato da formazioni di roccia arenaria che per effetto della pioggia nel corso dei millenni, si e’ erosa dando vita ad un Canyon dove si alternano burroni, apici e ripidi sentieri creando uno spettacolo affascinante ed enigmatico allo stesso tempo. Nel primo pomeriggio e’ prevista la partenza alla volta di Nyari. Poco prima di giungere a destinazione si effettuerà’ una sosta sempre nella zona di Marafa, per visitare le piantagioni di ananas. Una volta raggiunta Nyari, si prosegue a piedi con la guida per il tour vero e proprio, spingendosi all’interno della faglia alla scoperta delle meraviglie di questo posto, si risale poi per godersi lo splendido panorama aspettando il tramonto. Dopo essersi riempiti gli occhi e scaldato il cuore, si prende la via del ritorno in albergo.

ISOLA DI ROBINSON – Giornata Intera

  • Al mattino si parte dall’hotel in auto per raggiungere l’isola di Robinson. Durante il tragitto si attraversa la zona delle Saline per poter arrivare poi a destinazione sull’Isola, di fatto raggiungibile solamente via mare tramite una piccola imbarcazione caratteristica. La giornata sarà all’insegna del totale relax, approfittando delle cristalline acque dell’Oceano Indiano e della suggestiva cornice di un particolarissimo ristorantino – con il ben noto tetto di makuti e gli arredi fatti di rami di mangrovie -, che offre le più prelibate specialità a base di pesce. Dopo un riposino fondamentale e’ previsto il rientro.

CHE SHALE – Mezza giornata

  • A bordo di Open Jeep ci dirigeremo verso Che-Shale a Nord di Malindi dove trascorreremo la giornata sulla bellissima e ancora selvaggia spiaggia dorata (il colore dorato è dato dalla presenza di pirite) che si affaccia sull’Oceano Indiano e immersa in una natura rigogliosa e lontana dagli insediamenti turistici. Se ci sarà bassa marea si potrà passare direttamente con le jeep sulla spiaggia ed attraversare la foce del fiume Sabati dove, con un po’ di fortuna, si possono avvistare ippopotami e fenicotteri rosa. Possibilità di gustare dell’ottimo pesce in un caratteristico ristorante sul mare (il pranzo non è compreso nel prezzo).

N.B: Il programma generale di escursione può subire delle variazioni in loco.