Blog

Info utili Tanzania

PERCHE VIAGGIARE IN TANZANIA

Un safari in Tanzania è un’esperienza unica. Negli Anni ’60 la Tanzania era conosciuta con il nome di Tanganica, perchè solo dopo l’unione con Zanzibar nel 1963, ha preso il nome di Repubblica Unita della Tanzania. La Tanzania non è solo uno degli angoli più belli del pianeta ma anche un territorio con una varietà faunistica tra le più ampie della Terra. Imperdibili le bellezze naturali come i Parchi – tra cui il Serengeti, il Manyara, il Tarangire – o lo spettacolare cratere di Ngorongoro.

Per rilassarsi dopo qualche giorno di safari, proprio in Tanzania si trovano alcune delle mete balneari più attraenti ed esotiche come le Isole di Zanzibar Pemba.

QUANDO VIAGGIARE IN TANZANIA

Il periodo migliore per andare in Tanzania va’ da luglio a marzo.

10 COSE DA FARE E VEDERE IN TANZANIA

Parco nazionale del Kilimangiaro

  • Per appassionati di trekking proponiamo diversi itinerari per la scalata del Monte Kilimanjaro. ( Marangu route conosciuta anche come “coca-cola route”, “Whiskey route”, “Lemosho Route”)

Parco nazionale del lago Manyara

  • Il Parco Nazionale del Lago Manyara è un piccolo (solo 330 km2) e suggestivo parco della Tanzania, dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1981 . Si trova a circa 2 ore da Arusha sulle rive del lago omonimo e si estende fino al ripido versante occidentale della Rift Valley .

Parco nazionale del Tarangire

  • Si trova un centinaio di chilometri ad ovest di Arusha, sulla strada che conduce a Dodoma, a sudest del lago Manyara. Prende il nome dal fiume Tarangire, che è un fiume permanente ed è una importante riserva idrica per gli animali che vivono in questo ecosistema, poiché durante la stagione secca, che va da giugno a ottobre, costituisce una fonte di acqua certa.

Area di conservazione di Ngorongoro

  • L’area di conservazione di Ngorongoro è un’area naturale protetta della Tanzania che si estende nella zona della caldera di Ngorongoro situata nella pianura di Serengeti, a nord-ovest della città di Arusha e ad est del parco del Serengeti, con il quale costituisce un territorio ininterrotto. L’area attorno al cratere costituisce la riserva naturale di Ngorongoro. Il cratere di Ngorongoro si trova a 2.200 metri sul livello del mare, misura oltre 16 chilometri di diametro e occupa in totale un’area di circa 265 chilometri quadrati. Si tratta della più grande caldera intatta del mondo. Sulla corona del cratere corre un’unica strada, sul versante meridionale. Ci sono quattro strade che collegano la corona con l’interno del cratere; il percorso di discesa richiede circa 30 minuti in fuoristrada.

Serengeti National Park

  • Il parco è solo una delle tante aree protette nella regione del Serengeti nell’Africa orientale, ma è di importanza vitale. Oltre alla conservazione della flora, della fauna e dei paesaggi naturali, il Parco nazionale del Serengeti è diventato anche un’importante attrazione per turisti e viaggiatori desiderosi di intraprendere un safari. Il nome Serengeti deriva dalla lingua Maasai e significa “pianure sconfinate”. Non esistono recinzioni che separano il Serengeti dal Masai Mara, e la fauna si sposta liberamente dall’uno all’altro; particolarmente note sono le massicce migrazioni stagionali di gnu. Oltre che col Masai Mara, il Serengeti confina a sudest con la riserva di Ngorongoro, a sudovest con la riserva faunistica di Maswa, a ovest con le riserve di Ikorongo e Grumeti, e a nord con quella di Lalianda. Ammirare la Grande Migrazione della fauna del Serengeti è un’esperienza straordinaria. In nessun altro luogo del pianeta è possibile assistere alla marcia di un milione e mezzo di mammiferi. Nel Serengeti vi si trovano, tra l’altro, tutti e cinque i cosiddetti “big five” ( elefante, leone, leopardo, rinoceronte nero e bufalo) e ha la più alta concentrazione di grandi mammiferi al mondo e ospita circa 2500 leoni.

Safari in Mongolfiera

  • Volare in mongolfiera e’ una delle esperienze più magiche da vivere durante il vostro viaggio in Tanzania. Se potete, aggiungetela ai vostri piani! Svegliarsi presto la mattina, prepararsi per decollare e raggiungere il cielo quando sorge il sole. La Tanzania dall’alto … un momento magico……

Dormire in un campo tendato

  • Dormire in un campo tendato durante un safari è un’esperienza unica. Bisogna però fare subito una distinzione: un campo tendato non è un campeggio. Le tende sono grandi e dotate più o meno di ogni comfort. Avrete la camera da letto, il bagno e la doccia. Solo che, invece di muri, sarete circondati da una tenda di solido tessuto. Porte e finestre si chiuderanno tramite delle cerniere. Trascorrere una notte in una di queste tende è una delle esperienze che sicuramente non dimenticherete mai. Nel corso della notte potrete ascoltare i suoni della savana….

INFO GENERALI

Documenti e Visti

  • È necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi (anche per i minori è necessario il passaporto individuale). È indispensabile inoltre che abbia almeno una pagina in bianco. Il visto si ottiene on line ( soluzione consigliata ) a questo link: https://eservices.immigration.go.tz/visa/ calcolando che ci possono volere anche tre settimane per l’ emissione del Visto oppure si puo’ ottenere direttamente in loco in Aeroporto. Si raccomanda di controllare sempre la validità dei propri documenti e di rivolgersi alle autorità competenti per verificare eventuali aggiornamenti.

Tasse

  • ATTENZIONE AUMENTO TASSA DI USCITA DAL 01/01/14 come segue: in uscita dal Paese, è richiesto il pagamento in contanti di una tassa pari a 50 euro o dollari a persona ( solo per alcuni voli charter ).

COSA METTERE IN VALIGIA?

Peso Bagaglio

  • Ogni compagnia aerea ha la sua normativa. A secondo del volo e del tour prenotato vi indicheremo i bagagli consentiti nei documenti di viaggio.

Bagaglio per il Safari

  • Per il volo interno è necessario preparare una sacca leggera e morbida (mai valigia rigida).
  • L’ideale è vestirsi a strati per coprirsi/scoprirsi a seconda delle situazioni e dei momenti della giornata (solitamente fa caldo, ma la mattina presto o la sera potrebbe fare fresco).
  • Pantaloni di cotone, scarpe da ginnastica o da trekking, magliette, felpa o pail a maniche lunghe, giubbino anti-vento, costume da bagno e ciabatte/sandali per la piscina dei Lodge. Cappello, occhiali da sole, crema solare (protezione forte) e crema idratante, repellente per gli insetti. Prodotti per l’igiene personale: salviette umidificate e/o fazzoletti di carta. Una pila elettrica se salta la corrente nelle strutture (può capitare).

Etichette da apporre sul bagaglio da stiva

  • Richiediamo che il bagaglio da stiva sia identificato con etichetta nominativa che includa nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico. È importante rimuovere sempre dal proprio bagaglio le eventuali etichette relative a viaggi precedente. La corretta identificazione delle valigie consente, tramite la propria etichetta personale, di poter aiutare gli addetti aeroportuali in caso di perdita o di errato smistamento del bagaglio.

Articoli proibiti nel bagaglio a mano e da stiva

  • Ai sensi del Reg. (CE) N. 820/2008 e della normativa vigente in materia, determinati articoli sono proibiti al trasporto aereo in cabina ed in stiva. Ulteriori informazioni consultabili sul sito dell’Enac.

INFO GENERALI

Lingua

  • La lingua ufficiale è lo swahili, la più parlata in Africa. L’inglese è molto diffuso, tutte le persone a contatto con i turisti lo conoscono. 

Valuta

  • L’unità monetaria è lo scellino tanzaniano (Tsh). Le valute straniere più diffuse sono euro e dollari.  Il cambio in valuta locale può essere effettuato presso gli uffici di cambio ad Arusha, a Stone Town ed in alcuni Hotel. A Zanzibar e in Tanzania non accettano più i dollari emessi prima dell’anno 2006 e che abbiano raffigurata la testa piccola. Nonostante in Italia vengano ancora distribuiti, nessuna banca locale accetta di cambiare questo tipo di banconote. Le carte di credito sono accettate ma non dovunque e comunque se ne sconsiglia l’uso poiché le commissioni sono molto alte. 

Fuso Orario

  • 2 ore in più durante l’ora solare e 1 ora in più durante l’ora legale. 

Prese di corrente

  • 220 V con prese a lamelle piatte. Non tutti i Lodge/Campi Tendati hanno sufficienti adattatori di corrente per permettere a tutti gli ospiti di caricare le batterie degli strumenti elettronici (cellulari, pc ecc…). È utile quindi avere degli adattatori universali che si possono acquistare nei negozi di “Fai da te” o ferramenta. 

Foto e video

  • Non esistono limitazioni per apparecchi fotografici di qualsiasi tipo o videocamere. Si raccomanda vivamente di portare con sé un buon numero di memory card e pile/batteria di scorta dato che in loco è difficile reperire tale materiale. Si consiglia inoltre di utilizzare custodie per la protezione degli apparecchi dalla sabbia/polvere. Per ricaricare le batterie le prese di corrente possono essere differenti da quelle italiane, quindi è meglio procurarsi una adattatore universale. Ricordiamo che nella maggioranza dei paesi africani è tassativamente proibito fotografare aeroporti, installazioni e automezzi militari, edifici governativi, ponti, militari in divisa. I Locali a volte chiedono una piccola mancia per poter essere fotografati. E’ bene comunque chiedere il permesso alle persone prima di fotografarle. In ogni caso potete chiedere consiglio alla vostra guida.

Telefonia e internet

  • In Tanzania/Zanzibar di norma funzionano i cellulari con le sim di tutti gli operatori italiani anche se i costi delle chiamate in uscita ed in entrata sono altissimi. Consigliamo, per chi pensa di ricevere o effettuare molte chiamate, di acquistare all’arrivo una scheda SIM locale da inserire all’ interno del proprio telefono cellulare, in quanto i costi sono decisamente inferiori. Quasi tutti gli Hotel hanno connessione internet Wi-Fi (spesso però decisamente lenta). 

Plastica

  • Si rende noto che dal 01/06/2019 il Governo della Tanzania ha vietato e messo in disuso sacchetti e bustine di plastica, pertanto non è più consentito l’ingresso in paese con tali articoli. Sono previste sanzioni monetarie per coloro che saranno trovati in possesso di materiali proibiti. Si consiglia di lasciare in aeroporto articoli quali sacchetti del duty free, imballaggio dei bagagli, sacchetti della spazzatura e simili. È preferibile invece utilizzare sacchetti di materiali alternativi.

MANCE

  • È gradita ma non obbligatoria la mancia all’ autista/guida durante le escursioni.

AIUTI UMANITARI

  • In Africa c’è bisogno di molte cose. Se volete anche voi dare un contributo, l’ AMISANO TOUR sostiene diverse associazioni locali. Potrete anche portare vestiti (per adulti e bambini), quaderni, penne, e medicinali. Potrete donarli alle popolazioni locali se effettuerete delle escursioni o lasciarli agli assistenti in loco che sapranno recapitarli alle persone più bisognose. Vi chiediamo di non dare soldi ai bambini.